Calendario finanziario

 
Calendario
Previous Month    Ago   2014 Next Month  
 Lu   Ma   Me   Gi   Ve   Sa   Do 
28 29 30 31 01 02 03
04 05 06 07 08 09 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Outlook Web App

Saipem si aggiudica un nuovo contratto nell’onshore algerino del valore di circa 700 milioni di euro

31 maggio 2007; h 12:00

San Donato Milanese (MI), 31 maggio 2007 – Saipem ha acquisito un nuovo contratto nell’onshore algerino per la realizzazione di un impianto di trattamento del greggio nel centro petrolifero di Hassi Messaoud, circa 800 chilometri a sudest di Algeri.

La compagnia algerina Sonatrach ha assegnato ad un consorzio composto da Saipem, in qualità di leader, e dalla società Lead Contracting il contratto di tipo EPC (Engineering, Procurement, Construction), per l’ingegneria, l’approvvigionamento e la costruzione di un impianto di stabilizzazione e trattamento del greggio (UBTS, Unité de Traitement du Brut et de sa Stabilisation) che sarà composto da tre treni di stabilizzazione con una capacità di 100 mila barili al giorno ciascuno, una unità di manutenzione, quattro depositi di stoccaggio da 50 mila metri cubi ciascuno e una condotta di 45 chilometri per il trasporto di greggio, acqua e gas. La durata dei lavori sarà di 37 mesi.

Il valore complessivo del contratto è di circa 950 milioni di euro, dei quali circa 700 milioni sono di competenza di Saipem.

Il progetto ha l’obiettivo di migliorare la qualità del greggio prodotto, di aumentare la sicurezza delle installazioni e di incrementarne la produzione, e si inserisce nel quadro del programma intrapreso da Sonatrach per l’ottimizzazione dello sfruttamento del giacimento di Hassi Messaoud, in considerazione dell’ingente volume delle sue riserve, della qualità degli idrocarburi e della complessità geologica del giacimento stesso.