Diritti Umani e dei lavoratori

Nell'esecuzione delle proprie attività Saipem si impegna a rispettare i diritti umani riconosciuti a livello internazionale e a promuovere lo stesso impegno nelle attività condotte con partner o affidate ad appaltatori e subappaltatori.

Saipem opera nel quadro di riferimento della Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo delle Nazioni Unite, delle Convenzioni fondamentali dell'ILO – International Labour Organisation- e delle Linee guida dell'OCSE destinate alle imprese multinazionali.

L'azienda ripudia qualsiasi forma di discriminazione, corruzione, lavoro forzato o lavoro minorile. In particolare presta attenzione al riconoscimento e alla salvaguardia della dignità, della libertà e dell'uguaglianza degli esseri umani, alla tutela del lavoro e alla libertà sindacale, alla tutela della salute, della sicurezza, dell'ambiente e della biodiversità, nonché ai valori e ai principi relativi alla trasparenza, all'efficienza energetica e allo sviluppo sostenibile, in conformità con le organizzazioni e le convenzioni internazionali.

Il rispetto per i Diritti Umani è il fondamento per una crescita inclusiva delle popolazioni e delle regioni, e di conseguenza delle aziende che si sviluppano in esse. Saipem contribuisce alla creazione delle condizioni socio-economiche necessarie per un reale godimento dei diritti fondamentali e promuove la crescita professionale e il benessere delle proprie persone locali. Saipem, in collaborazione con i propri clienti, tiene conto delle questioni relative ai Diritti Umani sin dal momento in cui viene valutata la fattibilità dei nuovi progetti. Lo fa per evitare comportamenti dannosi e per individuare le aree che potrebbero necessitare di provvedimenti per contribuire a migliorare l'accesso ai diritti fondamentali da parte degli stakeholder locali.

Nel 2017, nell'ambito dell'impegno di Saipem nel promuovere i diritti umani e dei lavoratori nelle sue attività, la società ha pubblicato la sua prima Politica sui Diritti Umani.

metatags injection