Organismo di Vigilanza e Modello 231

In conformità con quanto previsto nel Decreto Legislativo 231 del 2001, il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo di Saipem S.p.A. “Modello 231 (include il Codice Etico)” - (di seguito “Modello 231”)- ha istituito l’Organismo di Vigilanza, un organo collegiale, la cui autonomia e indipendenza sono garantite dal posizionamento riconosciuto nel contesto della struttura organizzativa aziendale e dai necessari requisiti di indipendenza, onorabilità e professionalità dei propri membri.

 

L' Organismo di Vigilanza di Saipem S.p.A. è composto da cinque componenti : due componenti esterni, uno dei quali nominato Presidente dell'Organismo, e tre componenti interni delle funzioni General Counsel, Contract Management, Affari Societari e Governance, Risk Management and Business Integrity e Internal Audit.

 

Con decorrenza dal 27 gennaio 2017, il Consiglio di Amministrazione ha aggiornato la composizione dell’Organismo di Vigilanza: Dott. Angelo Casò (Presidente), Prof. Avv. Mario Casellato (componente esterno), Avv. Mario Colombo, Dott. Alessandro Riva e Dott. Luigi Siri (componenti interni).

 

L'Organismo di Vigilanza ha, tra le sue funzioni, il compito di vigilare sull'effettività del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo della stessa Saipem S.p.A. "Modello 231 (include il Codice Etico)" e pertanto di assicurare altresì (in qualità di Garante del Codice Etico) il rispetto del Codice Etico della Società.

 

I compiti dell’Organismo di Vigilanza sono così definiti:

 

(i) vigilanza sull’effettività del Modello 231 e monitoraggio delle attività di attuazione e aggiornamento del Modello 231;

(ii) disamina dell’adeguatezza del Modello 231, ossia della sua reale (e non meramente formale) capacità di prevenire comportamenti illeciti ai sensi del D.lLlgs. n. 231 del 2001;

(iii) analisi circa il mantenimento, nel tempo, dei requisiti di solidità e funzionalità del Modello 231;

(iv) promozione del necessario aggiornamento, in senso dinamico, del Modello 231;

(v) approvazione del programma annuale delle attività di vigilanza nell’ambito delle strutture e funzioni della Società (di seguito, il “Programma di Vigilanza”), in coerenza con i principi e i contenuti del Modello 231 e con il piano di verifiche e controlli sul sistema di controllo interno; coordinamento dell’attuazione del Programma di Vigilanza e dell’attuazione degli interventi di controllo programmati e non programmati; esame delle risultanze delle attività effettuate e la relativa reportistica;

(vi) cura dei flussi informativi di competenza con le funzioni aziendali e con gli organismi di vigilanza delle Società Controllate;

(vii) ogni altro compito attribuito dalla legge o dal Modello 231.

 

Ciascun dipendente e stakeholder di Saipem deve segnalare tempestivamente la violazione (o la presunta violazione) del Modello 231 contattando il proprio diretto superiore gerarchico o all’organo del quale si è parte e all'Organismo di Vigilanza.

 

L'Organismo di Vigilanza è contattabile tramite casella di posta elettronica al seguente indirizzo: organismodivigilanza@saipem.com o ComplianceCommitteeSaipemSPA@saipem.com

 

I segnalanti in buona fede sono garantiti contro qualsiasi forma di ritorsione, discriminazione o penalizzazione ed in ogni caso sarà assicurata la riservatezza dell'identità del segnalante, fatti salvi gli obblighi di legge e la tutela dei diritti della società o delle persone accusate erroneamente o in mala fede.

 

Modello di Organizzazione Gestione e Controllo di Saipem S.p.A. - "Modello 231 (include il Codice Etico)”

 

In data 15 gennaio 2018 il Consiglio di Amministrazione di Saipem S.p.A. ha approvato l’ultimo aggiornamento del “Modello 231 (include il Codice Etico)”.

metatags injection