Calendario finanziario

 
Calendario
Previous Month    Set   2014 Next Month  
 Lu   Ma   Me   Gi   Ve   Sa   Do 
01 02 03 04 05 06 07
08 09 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 01 02 03 04 05

Outlook Web App

Saipem: il CdA approva i risultati preconsuntivi 2010

10 febbraio 2011; h 13:40

UTILE NETTO ADJUSTED, PORTAFOGLIO ORDINI E DIVIDENDI RAGGIUNGONO NUOVI RECORD

  • L’Utile netto adjusted del 2010 raggiunge il livello record di 828 milioni di euro con un incremento del 13,1% rispetto all’esercizio precedente. L’Utile netto ammonta a 844 milioni di euro.
  • L’Utile netto del quarto trimestre del 2010 ammonta a 237 milioni di euro con un incremento del 26,1% rispetto al corrispondente periodo dell’esercizio precedente.
  • Le acquisizioni di nuovi ordini nel 2010 ammontano a 12.935 milioni di euro (9.917 milioni di euro nel 2009) e il portafoglio ordini residuo al 31 dicembre 2010 raggiunge il livello record di 20.505 milioni di euro (18.730 milioni di euro al 31 dicembre 2009).
  • Gli investimenti tecnici effettuati nel corso del 2010 ammontano a 1.545 milioni di euro rispetto a 1.615 milioni di euro dell’esercizio precedente.

  • Dividendo proposto: 0,63 euro per azione ordinaria e 0,66 euro per azione di risparmio.
  • Previsioni per l’esercizio 2011: ulteriore crescita di ricavi (5% circa), EBITDA (10% circa) e Utile netto adjusted (5% circa).

San Donato Milanese, 10 febbraio 2011. Il Consiglio di Amministrazione di Saipem SpA ha oggi esaminato il preconsuntivo consolidato del Gruppo chiuso al 31 dicembre 2010, (non esaminato dal Collegio Sindacale e dalla Società di revisione) redatto in conformità ai principi contabili internazionali (International Financial Reporting Standards – IFRS).

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di proporre all’Assemblea Ordinaria che sarà convocata per il 27 e 28 aprile, rispettivamente in prima e in seconda convocazione, la distribuzione di un dividendo, di 0,63 euro per azione ordinaria(*) (0,55 euro l’anno precedente) e di 0,66 euro per azione di risparmio(*) (0,58 euro l’anno precedente). Il
dividendo sarà messo in pagamento a partire dal 26 maggio 2011 (data di stacco cedola 23 maggio 2011).
Il payout, in linea con i precedenti esercizi, rappresenta circa un terzo dell’utile netto consolidato adjusted.

(*) Per effetto della riforma fiscale entrata in vigore il 1° gennaio 2004 al dividendo non compete alcun credito d’imposta e a seconda dei percettori è soggetto a ritenuta alla fonte a titolo d’imposta o concorre in misura parziale alla formazione del reddito imponibile.

(milioni di euro)
quarto trimestre
2009
terzo trimestre
2010
quarto trimestre
2010
4° trim. 2010 vs
4° trim. 2009
(%)
esercizio 2009esercizio 2010eserc.10 vs eserc.09 (%)
2.5922.8182.95714,1Ricavi10.29211.1608,4
39947150125,6EBITDA1.5961.83615,0
29033935321,7Utile operativo1.1561.31914,1
18821123726,1Utile netto adjusted73282813,1
18822723726,1Utile netto73284415,3
29734338529,6Cash flow adjusted1.1721.34514,8
401371392(2,2)Investimenti tecnici1.6151.545(4,3)
2.9682.5643.31211,6Ordini acquisiti9.91712.93530,4

Come più volte evidenziato, i volumi di ricavi realizzati e la redditività ad essi associata, specialmente nelle attività Engineering & Construction, e in misura inferiore nelle attività di perforazione, non sono lineari nel tempo, dipendendo tra l’altro, oltre che dall’andamento del mercato, da fattori climatici e dalla programmazione dei singoli lavori. Conseguentemente, i dati di una frazione di esercizio possono variare significativamente rispetto a quelli dei corrispondenti periodi di altri esercizi e non consentono l’estrapolazione all’intero anno.

Gli investimenti tecnicieffettuati nel corso dell’esercizio 2010 ammontano a 1.545 milioni di euro (1.615 milioni di euro nell’esercizio 2009), così ripartiti:

  • per l’Offshore 713 milioni di euro, relativi principalmente ai lavori di costruzione e approntamento di un nuovo pipelayer e di un field development ship per acque profonde, alle attività di conversione di una petroliera in un’unità FPSO, alla costruzione di una nuova yard di fabbricazione in Indonesia, oltre a interventi di mantenimento e upgrading di mezzi esistenti;
  • per l’Onshore 25 milioni di euro relativi al mantenimento dell’asset base;
  • per il Drilling Offshore 553 milioni di euro, relativi principalmente al completamento di una nave di perforazione per acque ultra profonde, all’acquisto di un jack-up in costruzione e al suo completamento, ai lavori di approntamento di due piattaforme semisommergibili, oltre a interventi di mantenimento e upgrading sui mezzi esistenti;
  • per il Drilling Onshore 254 milioni di euro, relativi principalmente alla costruzione di tre impianti, di cui uno entrato in operatività nell’esercizio e uno già mobilizzato per l’inizio delle attività operative, nonché all’upgrading dell’asset base.

Per quanto riguarda i tempi di completamento dei progetti di investimento in corso, le previsioni aggiornate sono le seguenti: lo Scarabeo 9 è previsto completare le attività di commissioning presso il cantiere Keppel Fels di Singapore entro la fine del mese di giugno e quindi si trasferirà nei Caraibi. Lo Scarabeo 8, come recentemente annunciato, è ora previsto essere completato nell’ultimo trimestre dell’anno.
L’FDS 2 è previsto essere consegnato dal cantiere Samsung Heavy Industries (Corea del Sud) nel mese di aprile. L’FPSO Aquila è previsto essere completato dal cantiere Drydocks World (Dubai) nel terzo trimestre. Il nuovo pipelayer CastorOne ha completato presso il cantiere Yantai CIMC Raffles Shipyard (Cina) le attività che richiedevano l’uso del dry dock. Verso la fine del corrente mese il mezzo verrà trasferito in una nuova yard di Singapore per il completamento e il commissioning. Le attività presso la nuova yard sono previste durare 14 mesi. La nuova fabrication yard di Karimun in Indonesia è prevista essere completata entro fine anno.

L’indebitamento finanziario nettoal 31 dicembre 2010 ammonta a 3.263 milioni di euro, con un incremento di 418 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2009, ascrivibile principalmente agli investimenti di periodo e alla distribuzione di dividendi, parzialmente compensati dal flusso di cassa del periodo.

Portafoglio ordini
Nel corso del quarto trimestre del 2010 Saipem ha acquisito nuovi ordini, al netto della riduzione di importi di contratti già in portafoglio, per un totale di 3.312 milioni di euro (2.968 milioni di euro nel corrispondente periodo del 2009).
Le acquisizioni di nuovi ordini nel corso del 2010, al netto della riduzione di importi di contratti già in portafoglio, ammontano a 12.935 milioni di euro (9.917 milioni di euro nel 2009).
Il portafoglio ordini del Gruppo Saipem al 31 dicembre 2010, raggiunge il livello record di 20.505 milioni di euro (5.544 milioni di euro nell’Offshore, 10.543 nell’Onshore, 4.418 nel
Drilling), di cui 9.029 milioni di euro da realizzarsi nel 2011.
Nel mese di gennaio 2011 sono stati acquisiti nuovi ordini e negoziate variazioni a contratti esistenti per un totale di circa 1 miliardo di euro, con la seguente articolazione:
- Onshore circa 750 milioni di euro per contratti già dettagliati nel comunicato stampa del 14 gennaio 2011;
- Drilling Offshore e Onshore: circa 240 milioni di euro per contratti già dettagliati nel comunicato stampa del 26 gennaio 2011.

Previsioni per l'esercizio 2011
Gli investimenti complessivi della Oil Industry sono previsti aumentare nel 2011 determinando un miglioramento delle prospettive di mercato per la Oil Services Industry.
In particolare gli investimenti nel segmento Onshore sono previsti confermare i buoni livelli del 2010 e quelli dell’Offshore sono previsti in aumento; ciò dovrebbe consentire il proseguimento della buona intonazione del mercato Onshore e una graduale ripresa di quello Offshore, rimasto debole negli ultimi due anni. Nelle Perforazioni la buona domanda è attesa tradursi in una graduale ripresa dei livelli di utilizzo e delle rate.
Per quanto riguarda Saipem, il livello record del portafoglio ordini, la sua qualità e l’efficienza esecutiva del modello industriale consentono di prevedere anche per il 2011 risultati record.
In particolare, rispetto al 2010, i ricavi sono previsti aumentare del 5% circa e l’EBITDA del 10% circa. Gli ammortamenti sono stimati aumentare di oltre 100 milioni di euro per l’espansione dell’asset base. Gli oneri finanziari sono previsti in aumento per la spesatura a conto economico degli interessi prima capitalizzati sugli investimenti completati nel corso del 2010 o che verranno completati nel 2011. Il tax rate è, allo stato, previsto sostanzialmente in linea con quello del 2010. La crescita dell’Utile Netto Adjusted è prevista del 5% circa rispetto al record del 2010.
Gli investimenti 2011 sono previsti ammontare a 1 miliardo di euro circa e riguardano principalmente l’avanzamento del piano di rafforzamento della flotta offshore e il completamento di quella di perforazione. Il leverage è previsto in ulteriore diminuzione.

Riassetto organizzativo
Al fine di facilitare una migliore integrazione delle competenze ingegneristiche e di project management con le competenze derivanti da un asset base di eccellenza, le Business Unit Onshore e Offshore sono state unificate. La Business Unit risultante viene denominata Engineering & Construction ed ha come COO Pietro Varone. La Business Unit Drilling, con COO Giuseppe Caselli, già comprendeva sia il segmento Offshore che Onshore. Il reporting, in considerazione della diversità in termini di capitale investito e di margini, continuerà ad essere effettuato articolando i risultati per Offshore e Onshore sia per il Drilling che per Engineering and Construction. Inoltre le attività di supervisione della costruzione di nuovi asset e di gestione della manutenzione della asset base, che pag. 4 di 12 facevano capo a una funzione di supporto alle Business Unit, sono state riallocate all’interno delle Business Unit stesse, di Drilling o di Engineering and Construction, in funzione della tipologia degli asset.

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari Giulio Bozzini, Chief Financial Officer della Società, dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l'informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

I dati e le informazioni previsionali si basano su presupposti e assunzioni che possono rivelarsi inesatti perché soggetti a rischi e variabili al di fuori del controllo della Società, quali: le variazioni dei tassi di cambio, le variazioni dei tassi di interesse, gli investimenti dell'industria petrolifera e di altri settori industriali, l'instabilità politica in aree in cui il Gruppo è presente, le azioni della concorrenza. Inoltre anche l'esecuzione dei progetti è soggetta a variabili, quali le condizioni climatiche, al di fuori del controllo della Società. I dati consuntivi possono pertanto variare in misura sostanziale rispetto alle previsioni.

Saipem è organizzata in tre unità di business - Offshore, Onshore e Perforazioni - con un forte orientamento verso attività oil & gas in aree remote e in acque profonde. Saipem è leader nella fornitura di servizi di ingegneria, di procurement, di project management e di costruzione, con distintive capacità di progettazione ed esecuzione di contratti offshore e onshore anche ad alto contenuto tecnologico quali la valorizzazione del gas naturale e degli oli pesanti.


Sito internet: www.saipem.com
Centralino: +39-025201
Informazioni per gli azionisti
Saipem SpA, Via Martiri di Cefalonia, 67 - 20097 San Donato Milanese (MI)

Relazioni con gli investitori istituzionali e con gli analisti finanziari:
Telefono: +39-02520.34653
Fax: +39-02520.54295
E-mail: investor.relations@saipem.com


Analisi per settori di attività

Engineering & Construction: Offshore

(milioni di euro)
Quarto trimestre 2009Terzo trimestre 2010Quarto trimestre 20104° trim. 2010 vs
4° trim. 2009
(%)
esercizio 2009esercizio 2010eserc.10 vs eserc.09 (%)
1.0081.1501.17716,8Ricavi4.3414.4863,3
(818)(933)(960)17,4Costi(3.531)(3.654)3,5
(48)(56)(63)31,3Ammortamenti(195)(219)12,3
1421611548,5Utile operativo615613(0,3)
18,818,918,4 EBITDA %18,718,5
14,114,013,1 EBIT %14,213,7
1.6811.4361.241 Ordini acquisiti5.0894.600

Portafoglio ordini residuo al 31 dicembre 2010: 5.544 milioni di euro, di cui 3.156 da realizzarsi nel 2011.

  • I ricavi del 2010 ammontano a 4.486 milioni di euro, con un incremento del 3,3% rispetto al 2009, derivante principalmente da una maggiore attività in Africa Occidentale e in Kazakhstan.
  • L’utile operativo del 2010 ammonta a 613 milioni di euro, pari al 13,7% dei ricavi, rispetto ai 615 milioni di euro del 2009, pari al 14,2% dei ricavi. L’EBITDA si attesta al 18,5%, in leggero calo rispetto al 18,7% del 2009, a causa di maggiori costi di inattività solo in parte compensati da una superiore redditività delle commesse eseguite.
  • Tra le principali acquisizioni del quarto trimestre si segnalano:
    -la posa di due condotte è stato assegnato uno scopo del lavoro aggiuntivo che prevede le attività di posa di rocce per la copertura della tubatura, scavo e interramento, test e pre-commissioning;
    - per conto Agip KCO, in Kazakhstan, l’estensione del contratto, per le attività 2011, Kashagan Piles and Flares per l’installazione del sistema di infrastrutture marine nell’ambito della fase sperimentale di sviluppo del giacimento Kashagan;
    - per conto Mobil Producing Nigeria Unlimited, il progetto Critical Crude Pipeline Replacement in Nigeria, che prevede le attività di fabbricazione, trasporto, installazione e testing per la sostituzione di sei condotte che uniscono altrettante piattaforme, incluso lo shore approach e le strutture di protezione sottomarine;
    - per conto Amberjack Pipeline LLC (partnership tra Chevron Pipe Line Company e Shell Pipeline Company LP), il contratto che prevede il trasporto e l’installazione della condotta di esportazione Walker Ridge, nel Golfo del Messico;
    - per conto UTE ACS Cobra Castor, il contratto Offshore Construction Gas Pipeline in Spagna, che prevede l’installazione di una condotta offshore che collegherà la costa spagnola alla piattaforma WHP (well head platform).

Engineering & Construction: Onshore

(milioni di euro)
Quarto trimestre 2009Terzo trimestre 2010Quarto trimestre 20104° trim. 2010 vs
4° trim. 2009
(%)
esercizio 2009esercizio 2010eserc.10 vs eserc.09 (%)
1.2951.3061.3756,2Ricavi4.8315.2368,4
(1.198)(1.202)(1.264)5,5Costi(4.493)(4.827)7,4
(10)(11)(10)-Ammortamenti(48)(39)(18,8)
879310116,1Utile operativo29037027,6
7,58,08,1 EBITDA %7,07,8
6,77,17,3 EBIT %6,07,1
8919132.050 Ordini acquisiti3.665(*)7.744
(*) ordini acquisiti per 3.765 milioni di euro nel 2009 al netto di 100 milioni di euro per riduzione dell’importo del contratto Manifa.

Portafoglio ordini residuo al 31 dicembre 2010: 10.543 milioni di euro, di cui 4.757 da realizzarsi nel 2011.

  • I ricavi del 2010 ammontano a 5.236 milioni di euro, in crescita dell’8,4% rispetto al 2009, essenzialmente per la ripresa delle attività sul progetto Manifa in Arabia Saudita e per i maggiori volumi realizzati in Africa del Nord e Africa Occidentale.
  • L’utile operativo del 2010 ammonta a 370 milioni di euro rispetto ai 290 milioni di euro del 2009, con un’incidenza sui ricavi che passa dal 6,0% al 7,1%. L’EBITDA si attesta al 7,8%, rispetto al 7,0% del 2009: l’incremento è ascrivibile a una migliore efficienza operativa.
  • Tra le principali acquisizioni del quarto trimestre si segnalano:
    - per conto Husky Oil, il contratto, di tipo EPC (Engineering, Procurement, Construction), Sunrise in Canada, che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento e costruzione delle Central Processing Facility, costituite da due impianti;
    - per conto Kharafi National, il contratto, di tipo EPC (Engineering, Procurement, Construction), che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, costruzione e messa in esercizio delle strutture di trattamento olio e gas per lo sfruttamento del giacimento Jurassic, situato nel nord del Kuwait;
    - per conto Dijla Petroleum Company, il contratto chiavi in mano che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento e costruzione delle Central Processing Facility del giacimento Khurbert East in Siria.

Drilling: Offshore

(milioni di euro)
Quarto trimestre 2009Terzo trimestre 2010Quarto trimestre 20104° trim. 2010 vs
4° trim. 2009
(%)
esercizio 2009esercizio 2010eserc.10 vs eserc.09 (%)
13717922564,2Ricavi56675032,5
(66)(80)(104)57,6Costi(279)(348)24,7
(25)(35)(45)80,0Ammortamenti(95)(144)51,6
46647665,2Utile operativo19225834,4
51,855,353,8 EBITDA %50,753,6
33,635,833,8 EBIT %33,934,4
35516710 Ordini acquisiti585(*)326
(*) ordini acquisiti per 718 milioni di euro nel 2009 al netto di 133 milioni di euro per la cancellazione del contratto con ADDAX per lo Scarabeo 3.

Portafoglio ordini residuo al 31 dicembre 2010: 3.354 milioni di euro, di cui 704 da realizzarsi nel 2011.

  • ricavi del 2010 ammontano a 750 milioni di euro, con un incremento del 32,5% rispetto al 2009, riconducibile principalmente alla piena attività del jack up Perro Negro 6 e delle piattaforme semisommergibili Scarabeo 3 e Scarabeo 4, nonché all’inizio delle attività della nave di perforazione Saipem 12000 e del jack up Perro Negro 8.
  • del 2009, con un’incidenza sui ricavi che passa dal 33,9% al 34,4%. L’EBITDA si attesta al 53,6% in miglioramento rispetto al 50,7% del 2009. L’aumento degli ammortamenti è riconducibile all’entrata in operatività di nuovi mezzi.
  • L'utilizzo dei principali mezzi navali nei primi nove mesi e l'impatto della manutenzione programmata per il 2010 sono quelli indicati nel seguente prospetto:
Mezzo navaleSettembre 2010 Anno 2010
vendutinon operativi non operativi per rimessa in classe
(n° giorni) (n° giorni)
Piattaforma semisommergibile Scarabeo 3365- -
Piattaforma semisommergibile Scarabeo 4365- -
Piattaforma semisommergibile Scarabeo 5365- 31*
Piattaforma semisommergibile Scarabeo 634718* 92*
Piattaforma semisommergibile Scarabeo 7365- 15*
Nave di perforazione Saipem1000026996* -
Nave di perforazione Saipem 12000147- -
Jack-up Perro Negro 235411* -
Jack-up Perro Negro 333431* 31*
Jack-up Perro Negro 4365- 61*
Jack-up Perro Negro 5256109* -
Jack-up Perro Negro 6365- -
Jack-up Perro Negro 7365- 31*
Jack-up Perro Negro 840- -
Tender Assisted Drilling Barge263102* -
a= giorni in cui il mezzo è stato/sarà interessato da lavori di rimessa in classe e/o approntamento.



Drilling: Onshore

(milioni di euro)
Quarto trimestre 2009Terzo trimestre 2010Quarto trimestre 20104° trim. 2010 vs
4° trim. 2009
(%)
esercizio 2009esercizio 2010eserc.10 vs eserc.09 (%)
15218318018,4Ricavi55468824,2
(111)(132)(128)15,3Costi(393)(495)26,0
(26)(30)(30)15,4Ammortamenti(102)(115)12,7
15212246,7Utile operativo597832,2
27,027,928,9 EBITDA %29,128,1
9,911,512,2 EBIT %10,611,3
414811(*) Ordini acquisiti578265(*)
(*) ordini acquisiti per 338 milioni di euro nel 2010, e 84 milioni di euro nel trimestre, al netto di 73 milioni di euro per la cancellazione del contratto con Regal Petroleum per il noleggio di due mezzi in Ucraina.

Portafoglio ordini residuo al 31 dicembre 2010: 1.064 milioni di euro, di cui 412 da realizzarsi nel 2011.

  • I ricavi del 2010 ammontano a 688 milioni di euro, con un incremento del 24,2% rispetto al 2009, riconducibile principalmente all’entrata in operatività di nuovi impianti in Sud America e in Congo, nonché alle attività di refurbishment di due impianti in Kazakhstan, di proprietà del Cliente.
  • L’utile operativo del 2010 ammonta a 78 milioni di euro rispetto ai 59 milioni di euro del 2009, con un’incidenza sui ricavi che passa dal 10,6% all’11,3%. L’EBITDA si attesta al 28,1% rispetto al 29,1% del 2009. L’aumento degli ammortamenti è riconducibile all’entrata in operatività di nuovi mezzi.
  • L’attività operativa ha comportato un utilizzo medio degli impianti del 94% (91% nel 2009); gli impianti di proprietà a fine periodo erano 86 (oltre a 1 in costruzione e uno già sul site per l’inizio delle attività operative) e risultano dislocati nei seguenti paesi:
    28 sono in Venezuela, 19 in Perù, 8 in Arabia Saudita, 7 in Algeria, 6 in Colombia, 4 in Italia, 3 in Kazakhstan, 3 in Brasile, 3 in Ecuador, 2 in Ucraina, 2 in Congo e 1 in Bolivia. Inoltre sono stati utilizzati 6 impianti di terzi in Perù, 3 impianti di terzi dalla joint company SaiPar e 2 impianti di terzi in Kazakhstan.

Si allegano:
- gli schemi consolidati di Stato Patrimoniale, Conto Economico riclassificati (il Conto Economico è riclassificato secondo natura e destinazione dei costi operativi) e il Rendiconto Finanziario.



STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO RICLASSIFICATO

(milioni di euro)
31 dicembre 200931 dicembre 2010
Immobilizzazioni materiali nette6.2957.403
Immobilizzazioni immateriali756760
7.0518.163
- Engineering & Construction: Offshore3.1053.617
- Engineering & Construction: Onshore464444
- Offshore: Drilling2.7503.204
- Onshore: Drilling732898
Partecipazioni118105
Capitale immobilizzato7.1698.268
Capitale di esercizio netto(647)(658)
Fondo per benefici ai dipendenti(182)(193)
CAPITALE INVESTITO NETTO6.3407.417
Patrimonio netto3.4344.060
Capitale e riserve di terzi6194
Indebitamento finanziario netto2.8453.263
COPERTURE6.3407.417
Leverage (indebitamento/patrimonio netto)0,830,80
N° AZIONI EMESSE E SOTTOSCRITTE441.410.900441.410.900




CONTO ECONOMICO CONSOLIDATO RICLASSIFICATO PER NATURA

(milioni di euro)
esercizio

trimestre
2009

trimestre
2010

trimestre
2010
20092010
2.5922.8182.957Ricavi della gestione caratteristica10.29211.160
345Altri ricavi e proventi1414
(1.843)(1.956)(2.015)Acquisti, prestazioni di servizi e costi diversi(7.230)(7.711)
(353)(395)(446)Lavoro e oneri relativi(1.480)(1.627)
399471501MARGINE OPERATIVO LORDO1.5961.836
(109)(132)(148)Ammortamenti e svalutazioni(440)(517)
290339353UTILE OPERATIVO1.1561.319
(18)(27)(20)Oneri finanziari(100)(110)
(6)45Proventi da partecipazioni713
266316338UTILE PRIMA DELLE IMPOSTE1.0631.222
(72)(90)(96)Imposte sul reddito(288)(344)
194226242UTILE PRIMA DEGLI INTERESSI DI TERZI AZIONISTI775878
(6)(15)(5)Risultato di competenza di terzi azionisti(43)(50)
188211237UTILE NETTO ADJUSTED732828
-17-Plusvalenza da cessione di partecipazioni-17
-(1)-Effetto fiscale-(1)
188227237UTILE NETTO732844
297343385CASH FLOW
(Utile Netto Adjusted+ Ammortamenti)
1.1721.345



CONTO ECONOMICO CONSOLIDATO RICLASSIFICATO PER DESTINAZIONE

(milioni di euro)
esercizio

trimestre
2009

trimestre
2010

trimestre
2010
20092010
2.5922.8182.957Ricavi della gestione caratteristica10.29211.160
(2.189)(2.373)(2.474)Costi della produzione(8.714)(9.361)
(32)(32)(37)Costi di inattivita(100)(131)
(27)(30)(39)Costi commerciali(114)(143)
(5)(3)(3)Costi per studi, ricerca e sviluppo(17)(12)
(3)5(5)Proventi (Oneri) diversi operativi netti(9)(10)
336385399MARGINE DI ATTIVITA'1.3381.503
(46)(46)(46)Spese generali(182)(184)
290339353UTILE OPERATIVO1.1561.319
(18)(27)(20)Oneri finanziari(100)(110)
(6)45Proventi da partecipazioni713
266316338UTILE PRIMA DELLE IMPOSTE1.0631.222
(72)(90)(96)Imposte sul reddito(288)(344)
194226242UTILE PRIMA DEGLI INTERESSI DI TERZI AZIONISTI775878
(6)(15)(5)Risultato di competenza di terzi azionisti(43)(50)
188211237UTILE NETTO ADJUSTED732828
-17-Plusvalenza da cessione di partecipazioni-17
-(1)-Effetto fiscale-(1)
188227237UTILE NETTO732844
297343385CASH FLOW
(Utile Netto Adjusted+ Ammortamenti)
1.1721.345



RENDICONTO FINANZIARIO RICLASSIFICATO

(milioni di euro)
esercizio

trimestre 2009

trimestre 2010

trimestre 2010
20092010
188211237Utile del periodo di Gruppo732844
6155Utile del periodo di terzi4350
a rettifica:
107114145Ammortamenti ed altri componenti non monetari428496
143(144)138Variazione del capitale di periodo relativo alla gestione(206)(70)
444196525Flusso di cassa netto da attività di periodo9971.320
(401)(371)(392)Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali(1.615)(1.545)
33020Disinvestimenti3853
46(145)153Free cash flow(580)(172)
4415Esercizio stock option735
--(23)Flusso di cassa del capitale proprio(239)(263)
(47)49(3)Differenze di cambio sull'indebitamento finanziario netto e altre variazioni(1)(18)
3(92)142Variazione indebitamento finanziario netto(813)(418)
2.8483.3133.405Indebitamento finanziario netto inizio periodo2.0322.845
2.8453.4053.263Indebitamento finanziario netto fine periodo2.8453.263