Organismo di Vigilanza e Modello 231

In conformità con quanto previsto nel Decreto Legislativo 231 del 2001, il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo di Saipem S.p.A. “Modello 231 (include il Codice Etico)” - (di seguito “Modello 231”) - ha istituito l’Organismo di Vigilanza, un organo collegiale, la cui autonomia e indipendenza sono garantite dal posizionamento riconosciuto nel contesto della struttura organizzativa aziendale e dai necessari requisiti di indipendenza, onorabilità e professionalità dei propri membri.

 

L' Organismo di Vigilanza di Saipem S.p.A. è composto da cinque componenti : due componenti esterni, uno dei quali nominato Presidente dell'Organismo, e tre componenti interni delle funzioni General Counsel, Contract Management, Affari Societari e Governance, Risk Management and Business Integrity e Internal Audit.

 

Con decorrenza dal 27 gennaio 2017, il Consiglio di Amministrazione ha aggiornato la composizione dell’Organismo di Vigilanza: Dott. Angelo Casò (Presidente), Prof. Avv. Mario Casellato (componente esterno), Avv. Mario Colombo, Dott. Alessandro Riva e Dott. Luigi Siri (componenti interni).

 

L'Organismo di Vigilanza ha, tra le sue funzioni, il compito di vigilare sull'effettività del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo della stessa Saipem S.p.A. "Modello 231 (include il Codice Etico)" e pertanto di assicurare altresì (in qualità di Garante del Codice Etico) il rispetto del Codice Etico della Società.

 

I compiti dell’Organismo di Vigilanza sono così definiti:

 

(i) vigilanza sull’effettività del Modello 231 e monitoraggio delle attività di attuazione e aggiornamento del Modello 231;

(ii) disamina dell’adeguatezza del Modello 231, ossia della sua reale (e non meramente formale) capacità di prevenire comportamenti illeciti ai sensi del D.lLlgs. n. 231 del 2001;

(iii) analisi circa il mantenimento, nel tempo, dei requisiti di solidità e funzionalità del Modello 231;

(iv) promozione del necessario aggiornamento, in senso dinamico, del Modello 231;

(v) approvazione del programma annuale delle attività di vigilanza nell’ambito delle strutture e funzioni della Società (di seguito, il “Programma di Vigilanza”), in coerenza con i principi e i contenuti del Modello 231 e con il piano di verifiche e controlli sul sistema di controllo interno; coordinamento dell’attuazione del Programma di Vigilanza e dell’attuazione degli interventi di controllo programmati e non programmati; esame delle risultanze delle attività effettuate e la relativa reportistica;

(vi) cura dei flussi informativi di competenza con le funzioni aziendali e con gli organismi di vigilanza delle Società Controllate;

(vii) ogni altro compito attribuito dalla legge o dal Modello 231.

 

Ciascun dipendente e stakeholder di Saipem deve segnalare tempestivamente la violazione (o la presunta violazione) del Modello 231 contattando il proprio diretto superiore gerarchico o all’organo del quale si è parte e all'Organismo di Vigilanza.

 

L'Organismo di Vigilanza è contattabile tramite casella di posta elettronica al seguente indirizzo: organismodivigilanza@saipem.com o ComplianceCommitteeSaipemSPA@saipem.com

 

I segnalanti in buona fede sono garantiti contro qualsiasi forma di ritorsione, discriminazione o penalizzazione ed in ogni caso sarà assicurata la riservatezza dell'identità del segnalante, fatti salvi gli obblighi di legge e la tutela dei diritti della società o delle persone accusate erroneamente o in mala fede.

 

Modello di Organizzazione Gestione e Controllo di Saipem S.p.A. - "Modello 231 (include il Codice Etico)”

Il 27 giugno 2017 il Consiglio di Amministrazione di Saipem S.p.A. ha approvato l'ultimo aggiornamento del Modello di Gestione Organizzazione e Controllo "Modello 231 (include il Codice Etico)”.

metatags injection