Governance

Consiglio di Amministrazione

Il Consiglio di Amministrazione, composto da 9 amministratori di cui 6 eletti dalla lista di maggioranza e 3 dalla lista di minoranza, è stato nominato dall'Assemblea il 30 aprile 2015, nel rispetto della legge sulla parità dei generi nell’accesso alle cariche sociali, per un esercizio con scadenza alla data dell'Assemblea convocata per l'approvazione del bilancio al 31 dicembre 2017.

 

Collegio Sindacale

Il Collegio Sindacale è composto da 3 sindaci effettivi e 2 supplenti nominati il 28 aprile 2017 dall'Assemblea. Il mandato dei sindaci, di durata triennale, scade con l'Assemblea convocata per l'approvazione del bilancio al 31 dicembre 2019.

Società di Revisione

La revisione legale dei conti è affidata, ai sensi di legge, a una società di revisione iscritta nell’albo speciale Consob, la cui nomina spetta all’Assemblea. La società di revisione in carica è Reconta Ernst & Young S.p.A., nominata dall’Assemblea il 26 aprile 2010 per un novennio che scade con l’approvazione del bilancio dell’esercizio 2018.

Assemblea degli Azionisti

L'Assemblea è il momento istituzionale di incontro tra il management della Società e i suoi Azionisti. Nel corso delle adunanze assembleari i soci possono chiedere informazioni sia sulle materie all'ordine del giorno sia sull'andamento della gestione in generale. L'informativa è fornita nel rispetto della disciplina delle informazioni privilegiate.

Comitato per il Controllo e Rischi

Il Comitato per il Controllo e Rischi ha il compito di supportare le valutazioni e le decisioni del Consiglio di Amministrazione in relazione al sistema di controllo interno e di gestione dei rischi.

Comitato per la Remunerazione e le Nomine

Il Comitato per la Remunerazione e le Nomine svolge funzioni propositive e consultive nei confronti del Consiglio di Amministrazione in materia di politica di incentivazione del management.

Comitato Corporate Governance e Scenari

Il Comitato Corporate Governance e Scenari ha il compito di assistere il Consiglio di Amministrazione con funzioni istruttorie, di natura propositiva e consultiva, nelle valutazioni e decisioni relative alla corporate governance di Saipem, alla responsabilità sociale d’impresa e nell’esame degli scenari per la predisposizione del piano strategico.

Organismo di Vigilanza e Modello 231

L' Organismo di Vigilanza di Saipem S.p.A., istituito in base al Modello 231, è composto da 2 componenti esterni, uno dei quali nominato Presidente dell'Organismo, e da 3 componenti interni delle funzioni General Counsel, Contract Management, Affari Societari e Governance, Risk Management and Business Integrity e Internal Audit. L'Organismo di Vigilanza ha, tra le sue funzioni, il compito di vigilare sull'effettività del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo della Società Modello 231”.

Corporate Governance

Saipem si impegna a mantenere e rafforzare un Sistema di Governance allineato con gli standard della best practice internazionale, in grado di gestire la complessità delle situazioni in cui si trova ad operare e le sfide da affrontare per uno sviluppo sostenibile. Il Sistema di Governance Saipem si fonda sugli standard della best practice internazionale ed in particolare sui principi del Codice di Autodisciplina delle società quotate cui Saipem ha deliberato di aderire, emanato dal Comitato per la Corporate Governance e promosso da Borsa Italiana, nonché sulle disposizioni applicabili incluse nel quadro normativo di riferimento emanato dalla Consob (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa). La struttura organizzativa della società è articolata secondo il Modello di Amministrazione e Controllo Tradizionale ed è caratterizzata dalla presenza del Consiglio di Amministrazione, organo centrale nel sistema di governo societario, cui è affidata in via esclusiva la gestione aziendale. Le funzioni di vigilanza sono affidate al Collegio Sindacale e quelle di revisione legale alla Società di Revisione. L’Assemblea degli Azionisti manifesta, con le sue deliberazioni adottate in conformità della legge e dello Statuto, la volontà sociale e vincola tutti i soci. L’Assemblea degli Azionisti nomina il Consiglio di Amministrazione per un periodo non superiore a 3 esercizi. Qualora non vi abbia provveduto l’Assemblea, il Consiglio di Amministrazione nomina il Presidente. Al Presidente spetta la rappresentanza della Società di fronte ai terzi ed in giudizio, così come agli Amministratori cui siano state delegate attribuzioni dal Consiglio stesso. Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre istituito al proprio interno 2 Comitati con funzioni consultive e propositive: il Comitato per il Controllo e Rischi, composto da 3 amministratori non esecutivi indipendenti ed il Comitato per la Remunerazione e le Nomine, composto da 3 amministratori indipendenti, tutti non esecutivi.

metatags injection